sabato 28 aprile 2007

Posizionamento su Google dell'Offerta Turistica

Avvertenza per la lettura: In questo post voglio sperimentare i marcatori [G1], [G2],...che servono per evidenziare alcuni termini e acronimi specialistici. Chi non ne comprendesse il significato troverà, al termine del post, associato a ciascun riferimento di tipo G (G sta per Glossario) il link a Wikipedia in cui reperirne la spiegazione/definizione.

Leggo su Tagliablog [1] di un caso felice di utilizzo di strategie di posizionamento per un sito di attività turistiche in Toscana: Holiday Tuscany [2].

Riporto i tre capisaldi citati per il posizionamento facendoli anche miei:


(1) Title diverso per ogni pagina: identifica esattamente il contenuto trattato nella pagina

(2) Description: fondamentale per approfondire il title per dare all'utente una informazione aggiuntiva su quello che troverà

(3)URL [G1] Rewrite: tanto cara ai nostri amici motori
Per approfondire l'argomento ho dato uno sguardo all'URL del sito che si trova posizionata in prima pagina di Google per la chiave di ricerca Itinerari in Toscana [3]. Ecco gli essenziali parametri SEO [G2] della pagina http://www.holidaytuscany.it/itinerari-in-toscana.php (clicka sulla figura per visualizzare uno screenshot [G3] del codice html [G4])



Osservazioni
(i) nel title ricorre la chiave di ricerca Itinerari in Toscana e la description è contestuale al title. Inoltre i 144 caratteri della description risultano tutti nella SERP [G5] di Google: il resto del lavoro è dei comunicativi!

(ii) la chiave di ricerca compare anche nell'URL ed è taggata h1 [G6]
Queste le principali strategie da SEO attuate per il posizionamento del sito sulla prima pagina di Google.

Taglia Erbe poi elenca le
dieci mosse vincenti per Holiday Tuscany tra le quali mi hanno colpito due cose che mi sembra vadano anche oltre il SEO:
(a) Creazione di itinerari dei luoghi vicini alle strutture con foto video e mappe utili per l'utenti, i video sono stati caricati su YouTube per non appesantire il server e per beneficiare del traffico dei social network vedi ad esempio Video Villa Garzoni

(b) Indicazione bene in vista di cosa fare e dove mangiare all'interno di ogni singola struttura
Stando a quanto in questi mesi ho sentito, ricercato e sperimentato sulla programmazione e comunicazione turistica (locale e nazionale [4]) posso dire che queste sono due efficaci linee guida: offerta integrata e ben comunicata, per l'appunto.
Non mi meraviglierei poi se i contatti ricevuti da Holiday Tuscany per l'
ottimo posizionamento per chiavi di ricerca competitive sia stato uno stimolo per qualificare l'offerta turistica.

Sarebbe infine confortante
scoprire che Holiday Tuscany funziona per poter essere più sicuri che la sinergia tra programmazione offline e posizionamento online dia i suoi frutti!

P.S. Gli anchor text [G7] utilizzati da Taglia Erbe nel suo post sono una ulteriore lezione di SEO !

Webliografia
[1] Tagliaerbe - il post sul Case History del portale turistico
[2] Holiday Tuscany - offerta turistica in Toscana: il sito
[3] Google - ricerca per Itinerari in Toscana (ricerca del 28 Aprile 2007)
[4] mdplab - il Turismo su mdplab

Glossario
[G1] URL
[G2] SEO
[G3] screenshot
[G4] html
[G5] SERP
[G6] tag
[G7] anchor text

3 commenti:

Claudio Iacovelli ha detto...

La strategia dovrebbe essere un piano di lungo termine con il quale si possono raggiungere differenti obiettivi "sfidanti".

Riuscire a far classificare un sito in funzione del valore dei propri contenuti, ed a far crescere nel breve periodo l'audience non é una strategia.

Potrebbe essere una tattica per implementare una strategia: cioè uno strumento di attuazione del piano.

Non dovrebbe essere reiterato l'errore della maggior parte dei "tecnici" secondo cui il successo di un sito deve passare attraverso l'affermazione riconosciuta da un pubblico numeroso: molto spesso il successo delle campagne di marketing, seguite poi dalle iniziative commerciali, si misura dal gradimento riscontrato dal target debitamente selezionato e segmentato.

Per questa ragione ritengo equivoca l'affermazione del successo mediante il miglior ranking stabilito da Google: non risponde a veri parametri di marketing, ma serve alla soddisfazione di chi "rincorre" la logica dei web spider.

Il marketing vuole comunicare con la gente, in particolare "parlare" ai consumatori, fidelizzare la clientela, riconoscere loro valori di gratitudine e riconoscenza.

Marco Dal Pozzo ha detto...

This comment has been removed because it linked to malicious content. Learn more.

anne ha detto...

A proposito, sto osservando in su sul Internet ed ho trovato alcuni attrezzi che sono realmente si raffreddano per controllare posizionare della concorrenza, così come vedere le loro punte e trucchi. Se siete interessati, ho raccomandato a voi ho uno sguardo. Sembra che sono liberi: http://www.lineared.com/es/recuperar/posizionare-google-msn-yahoo-disco-duro.htm