domenica 13 gennaio 2008

Marketing [Agorà]: dal fare i nuovi pensieri?

Il Marketing non è soltanto, come purtroppo comunemente si pensa, il mezzo per comunicare i prodotti e i servizi e per promuovere le vendite, ma soprattutto la disciplina per conoscere i bisogni, le aspettative e i cambiamenti dei Clienti e per realizzare concretamente una solida Relazione con essi

Quindi il Marketing diventa un elemento fondamentale del processo di innovazione e deve lavorare in squadra con le componenti di ricerca e sviluppo, di progettazione e di produzione dell’impresa, che non sono sempre a contatto con la realtà del Mercato e con l’Esperienza dei Clienti
Andrea Rossi (via Maurizio Goetz)

Il marketing consiste in un gruppo di attività organizzate, programmate, controllate, che partono dallo studio del consumatore, a livello individuale, della domanda,a livello aggregato e della concorrenza e si attuano in forma integrata, per il raggiungimento degli obiettivi di medio - lungo termine attraverso la soddisfazione del consumatore
via Pier Luca Santoro

True, Transparency, Try, Test, Trust, Tell, Talk
di Gianluca Diegoli

In che modo il marketing può diventare strumento potente per soddisfare consumatori post-moderni sempre più frustrati? Quali linguaggi usare? Quali tecnologie prediligere a fronte di una convergenza tecnologica sempre più accelerata? E’ sufficiente confinare gli sforzi ai contenuti della rete o è necessario intervenire per orientare e dare forma all’osservazione e alla percezione del consumatore e indirizzare i suoi desideri?
le questioni di
Carlo Mazzucchelli

Si pensa (penso!), si riflette (rifletto!), si interviene (intervengo!)...

E' vero: tra il dire e il fare ce ne passa parecchio. Forse ci devono essere ancora pensieri, riflessioni ed interventi!

Ma non è forse il fare che può stimolarne di nuovi?

2 commenti:

Piero Viscardi ha detto...

Ciao Marco...

"lavorare in squadra" per fare del marketing o altro che attenga il mondo del lavoro... richiede che ognuno di noi abbia DAVVERO voglia di affinare le proprie capacità di "lavorare insieme" con gli altri.

A questo proposito sto proponendo due parole chiave Bcellula e 3cellula.

Maggiori dettagli li trovi cliccando sul mio nome.

Marco Dal Pozzo ha detto...

Ciao Piero,
si, ho letto qualcosa della tua teoria. E spero che, nel gruppo in cui sto lavorando, possa davvero venir fuori qualcosa di interessante e, soprattutto, di pratico!