sabato 2 febbraio 2008

the Yes We Can Song - un modo di fare Marketing Politico?

Un video davvero bello appena postato nel Blog di Barack Obama: the 'Yes We Can' Song.



Credo che questo sia un mashup. Non sono esperto di questo "tipo di oggetti" anche se rimango sempre incuriosito quando Maurizio li posta sul suo MarketingUsabile. Quindi chiedo proprio a te Maurizio: si tratta di un mashup?

Credo che si tratti in ogni caso di un bel metodo di fare Marketing Politico sfruttando il proprio Corporate Blog (Politico)! O no?

Ma ve l'immaginate voi un video simile con Prodi? Credo che dopo i primi dieci secondi (forse meno!) saremmo già tutti a dormire :) /:(

E Berlusconi? Lui non ha bisogno di un mashup ;)/:(

6 commenti:

Maurizio Goetz ha detto...

La comunicazione politica negli Stati Uniti si gioca a tutto tondo e vengono utilizzati tutti i media possibili. Hillary Clinton aveva già iniziato ad usare You Tube, ma sembra che la comunicazione di Obama e dei suoi sostenitori sia più sofisticata e il messaggio viene differenziato per cercare di colpire più target possibili. Tecnicamente il mashup utilizza contenuti di altri opportunamente remixati, qui non so se ci siano anche contenuti originali, perché non conosco l'autore o il pezzo eseguito. Non mi interessa comunque dare le definizioni, quanto analizzare i linguaggi, che come dicevo ritengo essere ancora più innovativi rispetto a quelli utilizzati in Francia nel duello elettorale Sarkozy/Royal

Marco Dal Pozzo ha detto...

Maurizio,
ti ringrazio per l'intervento :)

Quanto ai contenuti, credo che l'unico originale sia solo quello dei discorsi di Obama sui quali poi Will.i.am (il cantante nero dei Black Eyed Peas) ha saputo, io credo, ricamare molto bene!

Claudio Iacovelli ha detto...

Ho visto il video, ritengo che l'iniziativa assunta dallo staff del candidato sia da inquadrare, per quello che possiamo saperne noi spettatori, come un'azione di comunicazione politica.

Come fai a definirlo "marketing politico"? Non basta utilizzare i diversi, possibili, canali di comunicazione per capire le opzioni strategiche utilizzate.

Solitamente le azioni di comunicazione, in prossimità del voto, cercano di attrarre l'attenzione degli elettori, stabilendo un rapporto di fiducia.

Ma la strategia prevede numerose attività di comunicazione, ed in quel quadro operativo si può dedurre solo in parte la strategia che guida la campagna di un candidato.

Marco Dal Pozzo ha detto...

Claudio,
è vero: forse con leggerezza ho parlato di "Marketing Politico". Mi rendo conto che bisogna fare attenzione con le parole e le definizioni :-/

Quando si parla di Marketing credo ci si riferisca ad una strategia complessiva e non mi azzardo a comprendere da questo video quale sia quella che Obama ha in animo di attuare (o, meglio, sta già attuando)!

Ma a questo punto ti chiedo, per fare chiarezza (almeno per me): la comunicazione (questo tipo di comunicazione) è una parte di questa strategia? O mi sbaglio ancora?

Grazie :)

WAI2WAI - Luigi Bertuzzi ha detto...

Quel video, ma soprattutto quello che sembra comunicare, fa ricordare quanto mi sia apparso stridente il confronto fra la musica americana in generale (jazz, blues, gospel, folk, country, eccetera) e la realtà sociale in cui ci si trova immersi, vivendo e lavorando in USA.

La mia esperienza in quel paese è stata forse troppo breve (2 anni); ho però un fratello che ci vive da quando aveva 17 anni. Tra me e lui c'è un abisso.

Chi si integra finisce per amare gli USA più del paese di origine; personalmente, pur con tutti i casini della nostra realtà sociale, trovo il contrasto fra certa nostra musica (De Andrè; Gaber; e tanti altri .. difficili se non impossibili da confrontare con la musica americana) e la nostra "umanità" .. quella che si vive nei rapporti interpersonali .. molto meno stridente.

Forse dovrei spiegare meglio cosa ho cercato di dire .. ;)
e forse .. non imparerò mai ad apprezzare i mashup.

Marco Dal Pozzo ha detto...

Luigi, forse ho capito cosa tu voglia dire. Ma non so dirti se ciò che dici è vero oppure no :)