mercoledì 30 gennaio 2008

RiChieti, riprogetti del Portale di Chieti - Scriviamo insieme al Sindaco!


Dopo la pubblicazione
del Portale del Comune di Chieti, in seguito anche alle osservazioni che in vari spazi Web sono state fatte (si veda qui, qui, qui e qui), per non dire ancora una volta che non siamo stati capaci e, infine, per dar seguito ai buoni propositi, ho fatto, su mdplab-trials (l'altro mio blog di appoggio in cui pubblico le mie esperienze da fare e fatte sul campo), una bozza di una lettera per il Sindaco (grazie all'aiuto di Massimo).

E' un utilizzo non molto ortodosso di un blog (sarebbe stato più utile un Wiki) ma mi accontento considerando anche la portata sicuramente ridotta del "progetto".

Chiunque volesse firmare con un proprio contributo la lettera può lasciare un commento al post di mdplab-trials.

Grazie a tutti!

4 commenti:

esav ha detto...

@Marco ..una nuova sfida che può essere solamente vinta se appoggiata da ottimismo e spirito collaborativo !

Rimango in attesa degli eventi augurando al sindaco(apprezzando la sua trasparenza nei confronti dei cittadini) le piu belle cose per il portale città di Chieti.

il perfettibile.. può essere costruttivo solo dalla cultura ed educazione civica di ogni singolo cittadino !

Con pochi fondi a disposizione e grande volontà è già stato fatto un gran passo avanti, ora tocca a voi tutti !

Enore

pukka ha detto...

io ho aperto il sito e dopo 20 secondi l'ho richiuso... disturbava troppo la mia idea di web.
quindi, un'iniziativa lodevole, davvero!
secondo me si tratta di scegliere un'agenzia SERIA e giovane e tagliare la testa al toro!
vorrei tanto vedere la faccia del sindaco se e quando mai leggerà le parole wiki, blog, ecc...

in bocca al lupo! :)

Marco Dal Pozzo ha detto...

@Enore
questa piccola iniziativa credo abbia i caratteri della sfida solo se si prendono in considerazione le esperienze passate simili purtroppo fallimentari! In fin dei conti non costa praticamente niente rimettere in ordine le critiche (che mi sembrano costruttive) notate in Rete. Staremo a vedere sperando nel contributo di quanta piu' gente possibile.

@Pukka
probabilmente il Sindaco non capira' alcune parole ma sicuramente capira' che c'e' qualcuno che ha interesse (non personale) a che' lo spazio Web del comune sia piu' funzionale. Poi prendera' lui le decisioni ma il mio/nostro obiettivo minimo e' quello di fare qualcosa di tangibile :)

kubigo ha detto...

Caro Concittadino questo sito è stato ideato con la speranza di creare una moderna "Agorà" che, nel favorire il dibattito e la crescita democratica cittadina renda più facile e familiare il rapporto con il Tuo Comune.
Al suo interno troverai anche delle utilità che speriamo possano aiutarti a risolvere semplici problemi di vita quotidiana.
Confido nei Tuoi suggerimenti per migliorare l'efficienza, la funzionalità ed il gradimento dello strumento.


Questo è l'incipit della "statica" home page. Navigare questo sito istituzionale,per me che di mestiere faccio il programmatore web, è "tragicomico". E visto che "confidano nei suggerimenti" per migliorarlo, eccone cinque:

1. Comprate un DOMINIO, che costa davvero poco. Ma vi pare normale dire: "l'indirizzo del sito è: http://62.77.48.44/chieti/!" .
2. Rimuovete la dichiarazione di accessibilità in fondo alla pagina!! e prima di reinserirla testate una percentuale significativa delle pagine con qualche strumento automatico, almeno per avere un'idea di cosa state combinando (potreste usare http://www.cynthiasays.com/)
3. RIMUOVETE i link pseudo pubblicitari, infatti andando in questa pagina dei mutui!!! c'è un link a mutuionline... su un sito istituazionale, pagato -anche- con i miei soldi, roba da matti!
4. Visto che la versione in inglese non esiste, togliete la bandierina! (anche se capisco che quel lavoro non fatto è stato pagato, vero?)
5. Rimuovete la versione "ad alto contrasto", perchè inesistente! (anche qui, lavoro pagato???) Un povero disabile che seguisse quel link rischia di non uscire più dalle pagine in cui entra..

Mi fermo qui. Questi aspetti sono davvero basilari, non infierisco con altri tecnicismi che forse nemmeno chi ha realizzato il sito comprenderebbe!

Carlo Amoroso, Sofitek.it