venerdì 28 marzo 2008

SEO in Vetrina



Risale a qualche giorno fa la pubblicazione su Repubblica di un articolo sull'iniziativa della facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell'Università degli Studi di L'Aquila che ha invitato gli studenti del Master in Web Technology ad un contest: posizionare un sito Web per la parola chiave Funzino Apocrifo, un nome totalmente inventato per una specie di pesci.

La storia, a dir la verità, è abbastanza vecchia ma quello che penso sia importante segnalare è la ribalta concessa su una testata importante alla pratica del Search Engine Optimization.

Ciò che, comunque, ha destato in me particolare attenzione sono le parole di Emilio Calvano, responsabile tecnico del concorso, che nell'intervista rilasciata a Riccardo Bagnato dichiara che per ben posizionare un sito sui principali motori di ricerca basta seguire le linee guida suggerite dal consorzio W3C.

A dir la verità Calvano aggiunge un forse :)

Ricordo che qualche tempo fa c'erano stati degli articoli che parlavano della relazione esistente tra la certificazione dei Siti secondo gli standard W3C e la SEO e l'idea che personalmente mi ero fatto era di una sostanziale sconnessione tra le due cose. In buona sostanza: fare SEO è un'attività cui certo non fa male la certificazione W3C.

Ma di qui a dire per posizionare un Sito occorre seguire il W3C ce ne passa. O no?

Inoltre, se ricordo bene, al corso di Posizionamento a Roma nel mese di Ottobre, la compliance al W3C non veniva considerata nemmeno da Francesco come una linea guida imprescindibile per il posizionamento sui Motori di Ricerca.

5 commenti:

Antonio LdF ha detto...

Beh..ricordiamoci però che la certficazione del w3c serve anche per consentire l'accessibilità dei contenuti ai diversamente abili.

Che poi serva pure l'ottimizzazione è un altro discorso.

Un caro saluto beddu miu!
:-)

Carlo Amoroso ha detto...

Beh, per ottimizzare i contenuti non è necessario seguire il "w3c". Tuttavia serve come discrimine per valutare la qualità del lavoro di chi fa siti. Quindi prima o poi, qualche motore potrebbe valutare positivamente questo fattore...chissà.. :-D

fradefra ha detto...

Una riflessione va fatta.

Se un sito è W3C compliant, non significa che automaticamente si posizionerà bene sui motori di ricerca.

Un sito che non lo sia del tutto, potrebbe essere ben posizionato.

Però è vero che una pagina con un DIV non chiuso, potrebbe avere grossissimi problemi con molti spider.

Il fatto che sia certificato W3C, quindi, riduce enormemente la possibilità che vi siano problemi con molti spider. Almeno siamo sicuri che questi riusciranno a leggerne il contenuto in modo corretto :)

Emilio Calvano ha detto...

Mi permetto di precisare alcune frasi sentendomi chiamato in causa :)

Mi è stato chiesto di sintetizzare in poche parole come si parte per realizzare un sito internet ottimizzato per i motori di ricerca, argomento molto vasto, da trattare in maniera completa e minuziosa.
La mia risposta è stata molto generica e dettata più dal buon senso che dalla tecnica, partendo dai due capi saldi dell'ottimizzazione: fattori on-page e off-page.
I miei consigli sono stati questi:
1. realizzare un sito carino, accattivante, accessibile ad utenti e motori di ricerca (rispettare le regole W3C, vuol dire rendere un codice facilmente interpretabile dagli algoritmi, ma anche dagli utenti non propriamente abili, o quelli che si connettono con altri dispositivi).
2. strutturarlo in maniera semplice in modo che le varie pagine possano essere raggiunte in pochi click, collegare le varie sezioni/pagine correlate tramite link ed anchor text opportuni, facilitare la ricerca ed il reperimento di informazioni all'interno del sito, utilizzare nomi di pagine brevi ma esplicativi per gli utenti
3. inserire contenuti validi e di indubbia utilità (testi,foto,video), utilizzare titoli opportuni, enfatizzare le parti di testo più utili alla lettura, aggiungere approfondimenti magari sotto forma di link interni ed esterni
4. se vengono rispettati i primi 3 consigli non mancheranno link naturali da parte di blog, siti, forum ecc...

Ho tralasciato volutamente le varie ottimizzazioni sul codice perchè le ritengo si importanti, ma molto meno di quelle suddette.
Se parliamo del posizionamento di una particolare keyword allora il discorso cambia, ma la domanda era relativa all'ottimizzazione "in generale" di un sito web.

Ho iniziato a lavorare in progetti internet nel 1999, quando le visite dai motori di ricerca non rappresentavano l'80% del traffico verso un sito web.
Porto avanti dal 2000 il progetto di un portale verticale, discretamente conosciuto, sviluppatosi con il passaparola ed i link naturali ricevuti effettivamente come voti o preferenze positive per l'utilità e la qualità dei contenuti.
Oggi la maggior parte dei "webmaster" si preoccupa principalmente delle visite dai motori di ricerca e quindi del posizionamento strategico nei motori (diciamo pure in Google che veicola il vero traffico) di keyword "forti".
Non dico che ciò non è importante (sarei un bugiardo visto che questa è una delle mie principali attività), ma bisognerebbe riscoprire l'importanza del marketing di un sito web e cioè della "capacità di attirare attenzione" sul proprio sito, "di far parlare si se"...
Questo ovviamente implica un lavoro aggiuntivo ed una maniacale attenzione ai particolari che spesso sfuggono ai motori ma non agli utenti più attenti.
A mio avviso però rappresenta il vero valore aggiunto di un progetto web!

Credo che con la diffusione dei blog ed in generale dei Social Network ci sia una controtendenza, e si stia riscoprendo l'importanza delle collaborazioni con altri blog/siti affini, l'importanza della popolarità tra gli utenti e non solo nei motori di ricerca.
Se si provano ad analizzare le statistiche web di un blog e quelle di un sito "1.0-oriented" si notano differenze abissali. C'è una certa parità tra le visite ricevute dalla blogosfera e quelle ricevute dai motori.
Il dato non sta ad indicare la carenza di ottimizzazione dei blog, ma l'effettivo potere della "popolarità sociale in rete".

Scusate se mi sono dilungato un po' troppo, comunque chiudo qui.
Grazie a tutti per consigli e critiche che sono sempre ben accetti ed utile per migliorare il proprio lavoro.

vitt84 ha detto...

Mi volevo congratulare per l'invio della lettera al Sindaco inerente il portale web della nostra città!
Non ero a conoscenza di questa iniziativa, solo ora ho scoperto che è stata inviata.
Credo sia stato un gesto importante perchè il sito del Comune di Chieti non è proprio un gran vedere!
Ancora complimenti per l'iniziativa!