domenica 1 giugno 2008

ma Scrivere su un Blog a cosa serve?

Lontano per due mesi dal blog che significa lontano due mesi dal Web e, considerata la velocità con cui le cose cambiano in Rete, mi sento spaesato a riaprire una porta che per tante ragioni sono stato costretto a chiudere più o meno alla metà di Marzo.

In queste settimane ho curiosato un po' qua e la' ma fondamentalmente sono stato a guardare due cose: il numero dei lettori del mio blog e il quello dei post che aumentavano nel mio reader.

Il primo mi ha sopreso perchè ha aumentato i miei dubbi sul funzionamento di Feedburner: ma com'è possibile che, nonostante non abbia pubblicato un post come Dio comanda praticamente da Febbraio (e che addirittura non ne abbia pubblicato nessuno in più di un mese), il numeretto non si è mai allontanato dalla novantina? C'è qualcuno che sa spiegarmi?

Il secondo numero mi ha dato delle sensazioni contrastanti: alla sorpresa e allo sconforto di vedere un (1000+) negli unread (emozione, questa avuta all'apertura dell'amato tool di Zio G) si è poi alternata una impressione che, a dir la verità, era quella con cui a Marzo avevo un po' abbandonato le attività: tranne pochi stakanovisti ho notato che c'è stato un rallentamento delle pubblicazioni. Insomma da qualcuno mi aspettavo molti più post di quelli che poi ho effettivamente trovato!

Cosa sarà succeso? Ovviamente la prima spiegazione è che non soltanto io posso avere, per le più svariate ragioni, una battuta d'arresto. Ma una riflessione appena più profonda mi ha portato a fare un pensiero che cerco di spiegarvi.

Scrivere sul blog è una moda e, come tutte le mode, può passare...e poi tornare.

Mi sento come di aver vissuto in una stagione di produzione impressionante di contenuti (l'anno passato è stato davvero eccezionale) e di aver poi cavalcato l'onda con la pubblicazione di mdplab. Poi l'impeto è passato. Prima in alcuni e poi è toccato anche a me!

Ma poi rifletto che quanto ho appena detto è da qualunquista e in ogni caso di parte. Non è che una mia personale impressione che comunque mi porta a farmi e a fare voi una domanda: ma scrivere su un Blog a cosa serve?

Rifletto ancora un po' e penso: probabilmente la risposta è nella ragione per ho posto questa domanda!

8 commenti:

alessandro ha detto...

Ciao Marco,
sembrerà incredibile, ma proprio ieri stavo per scriverti una mail per chiederti che fine avevi fatto! Vedevo che sia tu che Johnnie Maneiro non pubblicavate più da un pezzo e mi chiedevo se eravati scappati ai tropici.. ;P

Ti dico quello che penso io.

Il numero di lettori via reader non scende perchè chi vuol essere aggiornato da te aspetta che torni a scrivere. Tenere un feed sul lettore non costa nulla e non ingombra!!! ;P

Riguardo alle stagioni, poi, non posso che rivedermi in te. Un blog è parte della vita di una persona ed ogni persona attraversa stati d'animo differenti nel suo arco (ma anche nell'arco di una sola giornata!). Io passo da giorni di entusiasmo in cui scriverei per ore ad altri dove mi trovo ad un passo dal cliccare sul tasto "cancella questo blog".

Ma poi penso a cosa serve scrivere su un blog e torna il sorriso. Serve a fissare momenti, pensieri, idee, che magari possono essere raccolte e rilanciate da altri. Serve a mettersi in gioco. Serve a confrontarsi con chi la pensa come te e chi no. Serve a migliorarsi. Serve a crescere.

Ciao e Bentornato! :)

Gigi Cogo ha detto...

Io non cancello mai le sottoscrizioni.
Ovviamente non è detto che le legga ma.......come vedi, può succedere.

Sulle varie dinamiche che hai sottoposto a lettura, che dire......tutto è in itinere compresa la moda di bloggare.

WAI2WAI - Luigi Bertuzzi ha detto...

Ben tornato Marco, che bello vedere il tuo Blog "rianimarsi" :-)

Stavo proprio per chiedere tue notizie, come Alessando, anche per farti sapere che ho deciso di non scrivere più su un Blog .. per raggiunti limiti di età.

Non posso più permettermi di aspettare che bloggare smetta di essere soltanto una moda, come giustamente ti ricorda Gigi Cogo.

Sta arrivando l'estate e mi preparo a portare i nipotini in giro per le montagne. Sul Web cresceranno come Dio vorrà .. ma con esperienze di vita reale abbastanza belle da non fargli desiderare di sostituirla con una vita alternativa in rete.

Spero ti sia arrivata l'email del 22 Aprile e che prima o poi ti capiti l'occasione di passare dalle mie parti (Bologna o Voltago Agordino) .. per conoscerci e scambiare di persona qualche idea su cosa si potrebbe fare scrivendo su un Blog.

Seguirò gli sviluppi della tua "rianimazione" .. da dietro le quinte :-) .. ma pronto a dare una mano quando dovesse servire!

fradefra ha detto...

A cosa serve scrivere su un blog?
Bella domanda :)

Secondo dipende dalla persona.

1) per soddisfare un bisogno personale

2) per avere visibilità

3) per ottenere traffico

4) per promuovere qualcosa

5) perché non si ha altro da fare

6) perché gli altri lo fanno

7) perché se non hai un blog non cucchi

8) perché se non hai un blog, cucchi troppo :p

Ognuno ha il suo motivo :)

[m]m ha detto...

i feed servono proprio per seguire chi scrive poco :)
ciao!
gluca

Marco Dal Pozzo ha detto...

Grazie a tutti e benritrovati su mdplab :)

@Alessandro
Grazie Alessandro...ovviamente la domanda è provocatoria e sono d'accordo con te sulle motivazioni che ognuno che sono alla base della pubblicazione di ogni singolo post!

@Gigi
Ciao Gigi. Mi fa molto piacere leggere un tuo commento dopo tanto...comincerò a seguirti di nuovo come avevo preso a fare ad inizio anno sicuro di trovare ancora aromenti interessanti ;)

@Luigi
Ben-ritrovato anche a Te Luigi. Vedo che il tuo pessimismo cosmico non ti ha abbandonato :D
Incontrarci di persona? Magari, mi piacerebbe moltissimo...ci sentiremo più in la e ci metteremo d'accordo!

@fradefra
Ciao Francesco, ti rileggo volentieri e ti aggiungo un banalissimo motivo n°9: semplicemente per esprimersi (ma forse è stretto parente del tuo motivo n°1). A presto...

@[m]m
Gianluca anche Tu! Ti ringrazio...
sto scaldando i motori (almeno ci provo) anche per tornare ad aggiornarmi dalle tue parti...

WAI2WAI - Luigi Bertuzzi ha detto...

@Marco:

tu chiamalo se vuoi (Battisti).. pessimismo cosmico

però però però (Avion Travel) ..

scrivere su un Blog è (al momento) una forma d'indulgenza alla nostra pigra cultura massmediatica ..

ci vuole meno tempo e impegno personale a essere follower o membri di un'audience su scala ridotta .. e a leggere feed .. di quanto ce ne vuole ad avviare e mantenere un ruolo di contributor alla realizzazione di una qualche idea condivisibile

i Blogger con un seguito apprezzabile, a partire dall'ottimo Gigi .. per arrivare all'osannato Beppe .. possono fare a meno di finire per sentirsi .. più o meno inconsciamente .. (aspiranti) fornitori di soluzioni .. ??

leggere Blog e scrivere commenti ad abbozzi potenziali di conversazione .. che finiscono regolarmente in un nulla di fatto .. non fa altro che alimentare un processo di chiodo scaccia chiodo .. utile a chi e a che cosa? .. se non a una pigrizia di fondo che serve solo a mantenere lo status quo !?

non facciamo altro che trasferire la nostra dannata cultura massmediatica su un mezzo di comunicazione che NON è stato inventato per creare e fidelizzare un'audience ..

Esempi ce ne sono a non finire ma tu .. chiamalo pure .. se vuoi .. pessimismo cosmico ;-)

Claudio Iacovelli ha detto...

"Bloggare" può voler significare tanto, per chi vive in un contesto talvolta inespressivo.
Nella rete ci si può trovare, incontrare, scontrare dialetticamente: sono sempre interessanti esperienze, e sono spesso simpatiche conversazioni.
Rimanere sè stessi aiuta: il blog dovrebbe essere una finestra che si apre, per farci conoscere più facilmente.